FONDAZIONE DI BELLA > PRINCIPI ATTIVI > Acido tutto(all)trans retinoico > Effetto dell’acido retinoico sui recettori integrin delle cellule di melanoma B16F10.

 
Effetto dell’acido retinoico sui recettori integrin delle cellule di melanoma B16F10. di Sengupta S., Ray S., Chattopadhyay N., Biswas N., Chatterjee A.
 
 
Data: 23/05/2003
Tipologia: MDB - Documentazione
Lingua: Inglese
Pubblicazione: Journal of Experimental & Clinical Cancer Research
Anno: 2000
Fonte: Journal of Experimental & Clinical Cancer Research. 19(1):81-7
 
 
Descrizione:

L’intricato problema delle metastasi richiede la diffusione delle cellule metastatiche attraverso la barriera della membrana di base. L’interazione della membrana di base con la cellula metastatica è un’attività cellulare di superficie che interessa la funzione dei recettori “integrin”. Gli “integrins” sono un gruppo di proteine eterodimere alfa, beta responsabili della trasduzione dei segnali intracellulari attraverso il loro legame con le proteine della matrice extracellulare presenti nella membrana di base. Per comprendere il ruolo dei recettori “integrin” nelle metastasi tumorali, le funzioni del recettore della superficie della cellula furono modulate attraverso un trattamento di ATRA nelle cellule tumorali B16F10. I nostri risultati sperimentali indicano chiaramente che l’ATRA inibisce il potenziale metastatico delle cellule del melanoma B16F10 nei seguenti modi: 1) regolando verso il basso i recettori “integrin” della superficie della cellula contro le proteine ECM soprattutto “laminin” e “vitronectin” e 2) inibendo l’attività della collagenasi 72 kd.

 
 
 

L’intricato problema delle metastasi richiede la diffusione delle cellule metastatiche attraverso la barriera della membrana di base. L’interazione della membrana di base con la cellula metastatica è un’attività cellulare di superficie che interessa la funzione dei recettori “integrin”. Gli “integrins” sono un gruppo di proteine eterodimere alfa, beta responsabili della trasduzione dei segnali intracellulari attraverso il loro legame con le proteine della matrice extracellulare presenti nella membrana di base. Per comprendere il ruolo dei recettori “integrin” nelle metastasi tumorali, le funzioni del recettore della superficie della cellula furono modulate attraverso un trattamento di ATRA nelle cellule tumorali B16F10. I nostri risultati sperimentali indicano chiaramente che l’ATRA inibisce il potenziale metastatico delle cellule del melanoma B16F10 nei seguenti modi: 1) regolando verso il basso i recettori “integrin” della superficie della cellula contro le proteine ECM soprattutto “laminin” e “vitronectin” e 2) inibendo l’attività della collagenasi 72 kd.

 
 
 

 

Stampa